Il legame tra finanza sostenibile e valore delle imprese

Il legame tra finanza sostenibile e valore delle imprese

Che legame sussiste tra finanza sostenibile e crescita del valore delle imprese? Il punto chiave è la trasparenza delle informazioni.

Dobbiamo promuovere un tipo di crescita economica diversa, più strutturata e capace di risultare sostenibile sul lungo periodo. Una crescita da pensare come graduale, non invasiva, grazie a nuove prospettive operative.
E’ necessario superare valutazioni esclusivamente legate al Pil e agli indicatori finanziari, guardando a obiettivi di più ampio respiro comprese nell’ampia galassia della sostenibilità.

La transizione energetica può risultare vincente se creerà nuovi mercati, nuovi posti di lavoro ben retribuiti e sul lungo periodo, una nuova politica industriale, catene del valore più solide.

Analogamente, la finanza sostenibile deve essere messa al servizio di una crescita non solo sul fronte del valore monetario ma anche su quello, più sfuggente negli indicatori, del valore sociale.

Un’integrazione sempre più stretta di informativa finanziaria e non finanziaria, con un’attenzione specifica ai rischi e alle opportunità legate alla sostenibilità e, in particolare, al cambiamento climatico” è la chiave di volta per la trasparenza.

L’obiettivo è riuscire a quantificare e comunicare gli effetti di questi fenomeni sulla generazione o sull’erosione di valore per le imprese, massimizzando gli sforzi sul primo fronte.

Perché non potrà esserci, in alcun modo, sostenibilità nella decrescita autoimposta. Sostenibilità non vuol dire ritiro dal mondo, ma impegno comune di tutti gli attori (economici, politici, finanziari, sociali) per un sistema più equilibrato.

Per approfondire di più sull’argomento ecco qui un articolo consigliato.